Uno splendido viola e utilità della matita labbra: Heroine Mac Cosmetics

Ebbene, lo ammetto. Amo i rossetti, ma non sempre amo portarli.

Mi sentirei perfettamente a mio agio con uno smokey che mi arriva alle sopracciglia o con un eyeliner fino alle tempie (ma poi vado sempre di corsa e mi trucco come Candy Candy, mea culpa), eppure un semplice rossetto rosso può mettermi in crisi, se non mi sento nel mood giusto. Per questo gran parte dei miei rossetti preferiti viaggiano tra i nude: pescati, rosati, neutri, ma comunque nude – che tra l’altro, sempre per la storia della fretta, sono anche a prova di errore.

Immaginate dunque la mia sorpresa quando ho deciso di comprare Heroine (già, mi sono sorpresa da sola, che simpatica canaglia). Volevo qualcosa di diverso nella mia collezione, e ho voluto provarci. Ancor più grande è stata la mia sorpresa quando mi sono accorta che Heroine mi piace DA IMPAZZIRE. Amo il punto di colore e mi piace davvero molto come mi sta. Non lo trovo nemmeno troppo difficile da portare, alla fin fine.
Sono tornata al corner Mac della stazione Termini qualche giorno fa per prendere anche la matita abbinata, e voglio cogliere l’occasione per parlarvi un po’ di questo prodotto spesso sottovalutato: la matita labbra.

Usare la matita labbra non è uno sfizio o un pallino di truccatori o make up addicted. È un gesto che può sembrare superfluo, ma ha diverse funzioni:

  • creare una base a cui il rossetto aderisca perfettamente e duri molto più a lungo;
  • dare definizione ai bordi del trucco labbra;
  • contenere le eventuali sbavature del rossetto;
  • intensificare il colore del rossetto.

E voglio dire, non mi sembrano motivazioni campate in aria, no?

Nelle foto quindi vi mostro la differenza tra rossetto, matita e rossetto più matita. Il colore è molto più uniforme e intenso stendendo la matita su tutte le labbra e passando poi il rossetto, ed è anche molto più definito: Heroine, infatti, anche se è un rossetto dal finish matte non ha una texture secca come alcuni suoi fratellini (tipo All Fired Up, per esempio) e dunque non dà modo di realizzare bordi perfettamente definiti. Poiché come dicevo il colore mi piace davvero tanto ho preferito prendere la sua matita e non una qualsiasi perché non volevo in alcun modo alterarne la tonalità. Se con la matita vira leggermente verso il fucsia è perché viene completamente annullato il colore delle labbra e dunque il vero colore del rossetto può spiccare: un viola pieno, caldo e vibrante, dal retrogusto un po’ anni ’80 – il che me lo fa amare ancora di più.

Diciamo che Jem & Le Holograms impazzirebbero per questo rossetto, e questa è la mia definitiva dichiarazione d’amore per Heroine.

Al prossimo post!

Sull'autore

Federica

Parole & Make up è quello che sono.

Parlo troppo e scrivo quando sono stanca di parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2013. Created by Meks. Powered by WordPress.