October Most Played

Eccomi di nuovo a partecipare con gaudio e tripudio al Team Most Played, idea della carissima Chiara!

Sono un pochino in ritardo, essendo già novembre inoltrato, ma ecco qua i prodotti che ho più utilizzato nel mese di ottobre. Probabilmente li troverete di una noia mortale, essendo tutto un proliferare di roba delicata/leggera/naturale, ma così mi è girato.

mostplayed1

  • Revlon Colorstay Concealer in Light Medium & L’Oreal Le Correcteur Accord Parfait in 5 Sable: urge premessa. Ottobre, tranne una piccola parentesi, è stato un mese molto caldo, ergo ho continuato imperterrita a truccare il viso veramente poco (non è colpa mia, non lo sopporto). Ho quindi usato solo un po’ di correttore fluido per occhiaie e punti luce, e ho alternato questi due. Il Revlon è un po’ più pastoso e coprente, l’Accord Parfait è più fluido e luminoso. In ogni caso mi piacciono entrambi e per cambiare li alterno.
  • Lorac Unzipped Palette: in quanto a ombretti ho privilegiato la mia Unzipped, con tutti i suoi bei marroni chiari, scuri, rosati, bronzati. Il mio paese delle meraviglie, in pratica. Pigmentazione: superlativa. Durata: non ne parliamo proprio. Bellezza dei colori: che te lo dico a fare.

diorloractoofaced

  • Dior Rosy Glow: per dare un tocco di colore alle guance solitamente in questi periodi di nobase uso un po’ di blush in crema (che questo mese ho variato spesso) e lo fisso con un fard in polvere. Ho riscoperto questo fard delizioso che ho da un paio di anni e che inspiegabilmente avevo trascurato. È un rosa freddo e opaco, dal finish fresco e delicato. Su pelli abbronzate non è granché, ma su pelli medio chiare è veramente bellissimo.
  • Too Faced Milk Chocolate Soleil: anche sugli occhi spesso mi sono limitata a qualcosa di delicato, limitandomi a definire la rima superiore e a sfumare un marrone nella piega. Ho spesso scelto per tale scopo questa terra di Too Faced, perché più sfumabile e leggera di qualsiasi ombretto.
  • Urban Decay 24/7 Glide-on Eye Pencil in Demolition: in realtà questa matita ha due punte, e dall’altro lato c’è il famoso nero Perversion, eppure io ho quasi sempre scelto di usare il marrone da sfumare lungo la rima superiore dell’occhio. Mi piace abbastanza questa matita, anche se non è tra le mie preferite perché è molto morbida e nel momento in cui vado a sfumarla il colore viene via un po’ a chiazze, non in maniera uniforme. Ma sono dettagli, è comunque una buona matita se avete in progetto di usarla per tratti netti o per l’interno dell’occhio.
  • Nabla Bombay Black: quando ho scelto di realizzare un trucco occhi più intenso, ho usato spesso questa matita nerissima e a lunga tenuta. Non si sfuma per niente facilmente, ma dura moltissimo e nella rima dell’occhio è ottima (anche se non come la mia Avon Supershock).
  • Lancome Hypnose Drama in Excessive Black: così come il mese scorso, ho continuato ad usare la mia minitaglia di mascara Lancome. Mi trovo molto bene, allunga, volumizza e incurva. Sarò triste quando finirà ma non so se me la sentirò di comprare la full size.

maclipstickmatte

  • Mac Matte Lipstick in Velvet Teddy e Nouvelle Vague: c’è bisogno di dire che anche sulle labbra ho prediletto colori nude o al massimo rosati? Non so che mi è preso, mi è venuto un momento da Jane Eyre, boh. Comunque ho usato moltissimo il Velvet Teddy, che è un nude davvero perfetto per me, e la new entry Nouvelle Vague, un rosa medio chiaro che non pensavo mi stesse così bene (happy me!).
  • Galénic Pur 2 in 1 Face and eye make up remover: continuo a ricomprare ed usare questo struccante per tanti motivi. È delicato, efficace su occhi, viso e labbra, non lascia residui, ha un buon profumo. Se tirasse fuori due manine e mi struccasse mentre già sonnecchio sarebbe anche meglio, ma non si può avere tutto.

Al prossimo post, e al prossimo mese per il Team Most Played!

Sull'autore

Federica

Parole & Make up è quello che sono.

Parlo troppo e scrivo quando sono stanca di parlare.

2 Commenti

Lascia un commento
    • Lo so, purtroppo la Lorac non si trova in Europa e questo è veramente un grosso problema. Io l’altra che ho (la Lorac Pro Palette 1) me la sono fatta portare dall’America, e questa e un’altra (la Pro Palette 2) me le hanno ordinate a sorpresa da Amazon Usa. Le spese di spedizione costano un pò (anche se il cambio con il dollaro per noi è conveniente) e fortunatamente la dogana non ha aggiunto tasse, ma vanno a campione.
      In Italia per ora nisba!
      Mi premurerò appena possibile di fare un post con qualcosa di simile e reperibile qui!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Copyright © 2013. Created by Meks. Powered by WordPress.