I beauty segreti del red carpet. Intervista a Michele Magnani Global Senior Artist Mac Cosmetics

Negli ultimi giorni sono stata al Festival Internazionale del Film di Roma, incaricata di realizzare alcuni reportage per la rivista con cui orgogliosamente collaboro, Donne con le Curve. Proprio in questa occasione ho avuto modo di fare qualcosa a cui tenevo veramente molto. Grazie a Romina Ripepi, PR Manager MAC Cosmetics, ho potuto concordare un’intervista telefonica con Michele Magnani, Global Senior Artist MAC Cosmetics, per rivolgergli alcune domande sul suo lavoro al Festival di Roma, e dopo una lunga e piacevolissima chiacchierata ecco cosa è venuto fuori.

Ecco il testo integrale, spero vi faccia piacere leggerla.

“Michele Magnani e la sua squadra di Make up Artist, lo Special Event Team Italia, si stanno occupando del make up di moltissimi personaggi in visita al Festival, tra cui la madrina Nicoletta Romanoff, Claudia Traisac, Josh Hutcherson, Rinko Kikuchi (candidata all’Oscar per Babel), Geraldine Chaplin, gli Spandau Ballet, Benicio del Toro, solo per fare alcuni nomi. Anche moltissime giornaliste tv si affidano a loro prima di andare in video.

'Escobar: Paradise Lost' Red Carpet - The 9th Rome Film Festival

Claudia Traisac e Josh Hutcherson

Il team di Michele è coordinato in modo da spostarsi ovunque le star richiedano, camerini, ville, hotel, soprattutto in questi giorni di lavoro frenetico, sicuramente stressante ma anche emozionante.
Michele ci ha generosamente raccontato molte dinamiche e segreti del suo lavoro, ad esempio riguardo il fatto che quando si lavora ad uno shooting fotografico c’è più possibilità di sperimentare, affiancando magari a un look più naturale un altro più stravagante e glamour, e si può creare un’immagine un po’ diversa dal solito per la star che viene ritratta negli scatti. Invece quando un’attrice o una personalità importante si prepara per il red carpet non desidera stravolgere la propria immagine, ma al contrario vuole essere riconoscibile.
Un ruolo importante nella scelta del make up da realizzare è naturalmente giocato dall’outfit che verrà indossato e che in parte determina lo stile che si vuole interpretare.

Gli Spandau Ballet

Gli Spandau Ballet

 

La base viso
Ciò su cui Michele si concentra maggiormente è la base. Il che significa innanzitutto preparare benissimo la pelle, idratandola con una crema ricca come la Mac Complete Comfort Creme che massaggiata con cura rende la pelle morbida e luminosa, pronta per essere truccata. A volte, in caso di pelli segnate o mature, si arricchisce la crema con componenti ancora più idratanti, come prodotti a base di oli essenziali, per rendere l’incarnato immediatamente disteso e liscio.
In seguito viene applicato un fondo fluido come lo Studio Sculpt miscelato con un primer, il Prep + Prime Natural Radiance, per raggiungere una texture naturale e scorrevole al fine di ottenere una base quasi invisibile, ma allo stesso tempo levigata e setosa. Il tutto viene fissato con ciprie minerali, leggere e luminose. Una base troppo opaca, infatti, andrebbe ad appiattire il volto, facendogli perdere espressività e tridimensionalità.

Illuminare e scolpire
Proprio per enfatizzare i volumi del viso vengono utilizzati degli illuminanti in crema, i Cream Colour Base in colori come Pearl e Hush, che vanno a tirare fuori le zone di luce come zigomi, arco di cupido e il centro della zona T. Molto spesso, infatti, le attrici posano di spalle o di profilo per mostrare le particolarità dei loro abiti, e per questo il viso viene fotografato di tre quarti: per questo lo zigomo deve essere luminoso e in evidenza.
Sempre in tema viso, per dare colore alle guance vengono usati anche in questo caso dei blush in crema, in tonalità rosate naturali e non appariscenti, per mantenere l’aspetto fresco di un volto apparentemente struccato.
Per la preparazione da red carpet non si effettuano contouring estremi. Si può scegliere di scolpire leggermente il viso con un fondotinta di due toni più scuro, oppure con prodotto come la Bronzing Powder in Matte Bronze, leggero e caldo. L’importante è non utilizzare colori troppo freddi, che rischiano di ingrigire la pelle, o troppo aranciati.

 

base

 

Occhi e labbra
Le sopracciglia non sono mai grafiche, ma solo impercettibilmente infoltite dove serve, senza utilizzare prodotti troppo scuri che diano un risultato aggressivo.
Anche se solitamente, a differenza delle sfilate in cui le labbra non vengono spesso sottolineate, sul red carpet le attrici amano sfoggiare labbra intense, soprattutto rosse, Michele ci ha raccontato che per quanto riguarda questo Festival sono state richieste anche labbra nude, accompagnate da smokey eyes o piccole righe di eyeliner.
Poiché i rossetti Mac sono considerati il top per tutte le make up addicted, abbiamo chiesto a Michele se volesse svelarci i suoi preferiti. Così abbiamo scoperto che uno dei prodotti top nel suo kit è la Pro Lip Palette Editorial Reds, che comprende tra gli altri alcuni dei rossi più famosi di Mac e più utilizzati sulle star: Russian Red, Mac Red e Ruby Woo. Per una tenuta estrema invece Michele utilizza il Lipmix in Red, o ancora il Pro Longwear Lipcolour in Lasting Lust.
Per labbra nude, invece, Michele ama utilizzare un prodotto risalente a una vecchia edizione limitata, il Dim Lip Erase della collezione Dsquared², per annullare completamente il colore delle labbra, con sopra un lip balm per idratarle. Oppure un Lipglass Mineralize, un gloss leggermente meno lucido del solito, molto morbido, idratante e confortevole, in un colore beige rosato.
Non mancano mai le ciglia finte, come le numero 30 in ciuffetti o le numero 7, per rendere ancora più evidente la rima ciliare in presenza di un make up occhi importante.

 

mac occhi labbra

I segreti del red carpet
Il make up da red carpet, inoltre, deve tener conto anche di molti fattori esterni. Le macchine fotografiche ad alta definizione, ad esempio, danno un risultato talmente preciso da rendere assolutamente necessaria la realizzazione di una base perfetta ma non pesante. Il viso non deve essere ricoperto da troppi strati di prodotto, ma valorizzato con delicatezza e precisione, la pelle deve risultare naturalmente perfetta.
Anche le luci artificiali vanno considerate: la quantità di illuminazione presente sul red carpet, unita ai flash dei fotografi, tende ad annullare gran parte del make up e delle sue sfumature. Si rende così necessario saper dosare perfettamente luci e ombre, sapere quali sono le texture più adatte e dare la giusta intensità al trucco, in modo che risulti visibile ma non eccessivo.

Rinko Kikuchi

Rinko Kikuchi

Il make up uomo
Riguardo il trucco uomo, invece, si tratta di agire in maniera invisibile e leggera, per correggere discromie, occhiaie, imperfezioni. Si utilizza quindi un fondo leggero e modulabile come il Face & Body, miscelato sempre con il Prep + Prime Natural Radiance e con un correttore, in modo da ottenere una texture unica da poter utilizzare su viso e occhiaie senza stacchi che potrebbero risultare evidenti sotto le luci artificiali o in foto. La base viene poi fissata con una cipria molto leggera, nel caso dell’uomo totalmente opaca.

Benicio Del Toro

Benicio Del Toro

In caso di emergenza
In caso di make up da realizzare in pochissimi minuti, Michele ha i suoi segreti per valorizzare il viso della persona che ha di fronte. Gli è addirittura capitato di dover iniziare un make up in taxi.
Innanzitutto, come sempre, si dedica alla base, uniformando il viso con fondo e correttore e fissando il tutto con una cipria. Poi applica un mascara molto allungante, che separi le ciglia e dia loro il giusto volume, come l’Extreme Dimension Lash, e infine dà un tocco di colore con labbra accese. L’importante è che il risultato sia un make up delicato e omogeneo.
Spesso un make up di questo tipo viene utilizzato prima di una conferenza stampa, quando le attrici devono prepararsi presto al mattino e non hanno molto tempo, ma hanno comunque bisogno di essere impeccabili per la stampa.
Per il red carpet, invece, spesso si riesce a ritagliare un po’ più di tempo, anche un’ora. In ogni caso Michele ha i suoi trucchi salvatempo, come iniziare a preparare la pelle e applicare la base mentre la star è ancora nella fase di hair styling.

Gli ultimi tocchi
Dopo che è stato indossato l’abito, Michele e il suo team non dimenticano mai di occuparsi anche del corpo: se è necessario coprire discromie o imperfezioni si applica un velo di Face & Body, appositamente formulato anche per questo scopo, oppure si passa una crema idratante su braccia e gambe, per ottenere un’immagine complessivamente perfetta. Il team di Michele non lascia nulla al caso.

Ecco svelati molti dei segreti che si nascondono dietro la perfetta immagine delle star sul red carpet, dai quali potete prendere ispirazione per realizzare a vostra volta un make up impeccabile per una serata fuori, come anche per essere glamour anche a lavoro o nel quotidiano.

Sull'autore

Federica

Parole & Make up è quello che sono.

Parlo troppo e scrivo quando sono stanca di parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2013. Created by Meks. Powered by WordPress.