Consigli random per pelli imperfette

Il trucco non è solo abbellimento, sfumature di colore, rossetti modaioli. Il trucco può essere anche un valido strumento per permettere a quelle persone che non hanno una pelle perfetta di sentirsi a proprio agio nel momento in cui affrontano il mondo.

Devo ammettere di essere fortunata, di natura ho una pelle abbastanza bella (grazie, mamma <3 ). Ma è anche vero che la curo moltissimo: mi strucco SEMPRE, evito di truccare pesantemente il viso se non è necessario, la idrato mattina e sera, applico la protezione solare SEMPRE (sì, anche quando sono ormai abbronzata! Sì, il sole danneggia anche le pelli scure!). Inoltre non fumo, bevo pochi alcolici, evito cibi molto grassi e mangio frutta e verdura ogni giorno. Tutto questo mi costa un certo impegno e un notevole sforzo, ma alla lunga paga. Per quanto io sia geneticamente predisposta a non avere troppe imperfezioni, avrei una pelle molto diversa se per esempio non mi struccassi mai o se mangiassi fritti ogni giorno.

Purtroppo, però, esistono persone che fanno questo (e anche di più) e sono comunque soggette a diversi problemi: brufoli, pori molto dilatati, eccessiva produzione di sebo. Bella fregatura, già. Cosa possiamo fare in questi casi? Possiamo tirare fuori l’artiglieria pesante, realizzando una bella base coprente e uniforme. Ecco qualche consiglio da seguire per farlo al meglio.

  • LE BASI. Sarò noiosa ma ci tengo a ripeterlo: SKINCARE! In parte do per scontato che se siamo arrivati a questo punto siamo già alla fase ‘curo la mia pelle ma lei se ne frega’, ma se ci fosse qualcuno che invece sta pensando ‘fanculo la cura, mi interessa solo truccarmi’, beh, state ferme un giro in prigione e poi ripartite dal via.
  • COME SCEGLIERE. La scelta del prodotto ideale è difficile, perché dipende da molti fattori. Non tutte le pelli con problemi sono uguali: possiamo avere una pelle molto reattiva, una pelle spessa e ruvida, una pelle molto grassa o una pelle con una forte tendenza mista, ovvero con zone molto secche e zone molto grasse. Il consiglio che mi sento di darvi in questo caso è quello di affidarvi a professionisti, andando quindi in una profumeria o ancora meglio in una farmacia molto fornita anche a livello cosmetico e farvi consigliare il prodotto migliore per voi. Chiedete sempre di testare ciò che vi propongono, facendovelo applicare sul viso, di modo che possiate valutarlo con calma, e facendovi dare dei campioncini che userete a casa per almeno due o tre volte prima di decidere. Appunto perché avete una pelle molto difficile da gestire, è vostro diritto valutare bene l’acquisto: se non vogliono aiutarvi nel migliore dei modi cambiate negozio.
    In ogni caso, ciò a cui dovete badare è che il prodotto sia molto coprente e a lunga tenuta, perché suppongo che se avete bisogno di fare una buona base volete tenerla su tutto il giorno.
  • QUALE PRODOTTO. Avrete bisogno di un fondotinta E di un correttore. So che quest’ultima categoria è ancora molto sottovalutata (“ma non ho sbagliato a scrivere, non mi serve un correttore!”), ma si tratta di un prodotto davvero importante. Sarebbe bene avere un correttore compatto e più asciutto per le imperfezioni del viso, e uno fluido e meno ‘pesante’ per le occhiaie. La pelle intorno agli occhi, infatti, è molto diversa da quella del resto del viso, e necessita di qualcosa che non la secchi e aggredisca. Il correttore che va usato invece sul viso deve fissarsi e non muoversi più, per questo deve essere più pastoso.
  • COME APPLICARE I PRODOTTI. È un consiglio sciocco, ma siccome si pensa sempre che le soluzioni migliori siano quelle più difficili lo dico: i prodotti vanno tamponati, non stesi. Il che vuol dire che nelle zone in cui abbiamo bisogno di maggiore coprenza non bisogna stendere e quindi sfumare il prodotto, ma tamponarlo delicatamente. Il mio consiglio è di coprire le imperfezioni in maniera mirata con il correttore e l’aiuto di un pennellino molto piccolo, e poi applicare sopra il fondotinta per uniformare il tutto. Se andiamo a stendere il fondo, naturalmente esso si porterà via il correttore e avremo solo fatto uno spreco di tempo e denaro. Devo sottolineare però che non bisogna esagerare? Spero di no.
  • IL COLORE. Per ultimo ho lasciato l’argomento più rognoso: la scelta del colore. Facciamola semplice, dunque la direttiva è scegliere il colore della propria pelle (anche in questo caso, la scoperta dell’acqua calda, vero?). Non lanciatevi in strane missioni in cerca di correttori verdi, arancio, e di cinquanta sfumature di boh. Per non sbagliare scegliete sempre il colore che meglio si abbina con la vostra pelle, e vedrete che andrà bene.
  • PUNTI FOCALI. Una volta fatto il possibile per uniformare il viso, un trucchetto a mio avviso molto valido è quello di spostare l’attenzione su un altro punto del viso. Invece di stucchiarvi la faccia fino alla morte, truccate con cura gli occhi o mettete un rossetto in un colore acceso. E soprattutto: sorridete. Vedrete che le persone noteranno molto meno il resto del volto.
  • STOP AL TRUCCO INUTILE. Ovvero, non truccatevi per andare in palestra!

Ci tengo a sottolineare che questo non vuol dire che la vostra faccia al naturale non vada bene, e nemmeno che prima di uscire dovete farvi uno strato di cemento sulla faccia. Prendete ovviamente con buon senso e senza esagerazioni questi consigli: va bene tentare di apparire al proprio meglio, ma non deve essere un’imposizione né una schiavitù. Come vedete dall’immagine di copertina, anche una gnocca fotonica come Katy Perry ha qualche problemino di pelle, eppure tutti la percepiamo come bellissima. Certo, in parte dipende dal team di gente che si impegna per renderla tale, in parte indubbiamente dal suo carisma innato.

Un abbraccio e al prossimo post!

Sull'autore

Federica

Parole & Make up è quello che sono.

Parlo troppo e scrivo quando sono stanca di parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2013. Created by Meks. Powered by WordPress.