Cinderella e Lady Tremaine: make up e ispirazioni

Io e Silvia (13 anni, mia giovane cugina e fedele compagna di avventure cinematografiche da metà della sua vita) abbiamo un debole per tutti i film di animazione o favoleggianti, e immancabilmente andiamo insieme al cinema a vederli appena usciti. Aspettavamo con ansia l’uscita della nuovissima versione di Cenerentola, firmata da Kenneth Branagh, e infatti siamo andate subito a vederlo.

Tra l’altro, credo che tutti i rifacimenti degli ultimi anni delle fiabe più famose, da Maleficent a La Bella e la Bestia, siano assolutamente adatti a un pubblico di qualsiasi età: d’altra parte, sognare non fa schifo a nessuno.

Sono rimasta molto colpita da tutti i particolari: i costumi, le scenografie del nostro Dante Ferretti, (*cough cough* il principe alias Robb Stark *cough cough*), gli effetti speciali, la caratterizzazione dei personaggi e non per ultimo, il settore trucco, a cura della Make up Designer Naomi Donne (con all’attivo una lunghissima carriera nel cinema: Chocolat, Zoolander, Skyfall, Quantum of Solace, Amori e Incantesimi, giusto per fare qualche nome).

La perfida matrigna in questa versione diventa una rossa pericolosa e prende il volto della splendida Cate Blanchett. La bella australiana dona a Lady Tremaine un’irresistibile attitude da femme fatale anni ’40, e difatti il suo look è ispirato proprio alle dive di quell’epoca, come Lauren Bacall, Greta Garbo, Marlene Dietrich.

lady tremaine
Il make up è impeccabile, ed è quasi sempre incentrato su labbra perfettamente definite e dipinte di rosso (in alcune scene brillante, in altre più cupo), che rendono ipnotico il diabolico sorriso di Lady Tremaine. Gli occhi sono ombreggiati da tonalità neutre ed opache, panna o beige sulla palpebra mobile e nocciola o tortora nella piega. In alcune scene viene aggiunta una riga sottile e allungata di eyeliner, per rendere lo sguardo ancora più felino (e temibile). L’incarnato è opaco e uniforme, completo di blush e contouring.

lady tremaine

Nei panni dell’innocente Cenerentola troviamo l’inglese Lily James (Downton Abbey), che con il suo sorriso disarmante riesce a dare nuova luce al personaggio. Sicuramente i suoi look prendono moltissimo ad ispirazione la versione originale Disney del 1950, ma ciò non toglie che si possono rintracciare alcune somiglianze con la mitica Principessa Sissi (sia la vera Sissi che quella interpretata da Romy Schneider), soprattutto nell’acconciatura morbida, che infatti differisce molto dal cartone, e nell’abito, che ha spalline morbide e gonna ampissima. Il colore resta quello storico, un azzurro cielo illuminato da 10000 cristalli Swarovski. Non ha guanti né altri accessori (cerchietto e collarino, come nel cartone), ma solo tantissimi punti luce nei capelli. Si può notare qualche somiglianza anche con la simpatica e stralunata Giselle di Come d’incanto.

cinderella

Il make up è semplicissimo. Probabilmente Lily ha una pelle perfetta al naturale, per questo nelle scene di vita quotidiana Ella non indossa quasi nulla. La base, se c’è, deve essere stata realizzata in maniera quasi trasparente, le palpebre sono nude e le labbra hanno un velo di colore, probabilmente una tinta appena tamponata (a meno che le sue labbra non siano naturalmente molto pigmentate).
Nelle scene del ballo, invece, ho notato un ombretto marroncino shimmer su tutta la palpebra mobile e un colore appena più intenso sulle labbra, ma comunque opaco e naturale.

cinderella dettagli2

Le sorellastre non sono brutte come nella versione originale (ma sicuramente ugualmente cattivelle e antipatiche), e la Fata Madrina ha il volto di Helena Bonham Carter: non più quindi una vecchina paffuta con una mantella azzurra, ma un’eccentrica bionda dal trucco intenso e l’abito sfavillante.

Spero che questo excursus sia stato interessante, al prossimo post!

Sull'autore

Federica

Parole & Make up è quello che sono.

Parlo troppo e scrivo quando sono stanca di parlare.

4 Commenti

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2013. Created by Meks. Powered by WordPress.